Glossario di Shasa

Raccogliamo alcuni termini che non è infrequente sentire a bordo di Shasa.
Se invece stavate cercando un vero glossario dei termini velici o marinareschi, non avrete difficoltà a trovarne in rete (qui o qui).

Termine

Definizione

Autostrada

glossario_Autostrada

s.f. Corridoio di traffico navale, bidirezionali, larghi circa 3 miglia in cui si concentrano i transiti delle navi (merci e passeggeri). Nell’Adriatico settentrionale e centrale sono due, una verso Venezia e l’altra verso Trieste. Quando li attraversi (30′ ciascuno), di notte come di giorno, occhi aperti! [Visibili ]

Giapponese (o Giapu)

IMG_7811

s.m. e n. È il Timone Automatico (attualmente un Raymarine). Così era chiamato il precedente automatico di Shasa perché “lavorava” quasi in continuo emettendo suoni gutturali e dagli occhi a mandorla (tipo Bruce Lee).

ITA16803

shot_1444548601784_r

n. Nuovo numero velico (identificativo alfanumerico dell’imbarcazione) di Shasa. Sulla randa in kevlar è stato apposto da un professionista. Sulla “vecchia” randa è stato ricostruito da noi, trasformando il precedente ITA10936. Per estensione, a volte viene utilizzato per identificare Shasa e tutto lo #Shasadreamteam.

K626

shasadreamteam (44)

n. È lo spinnaker di Shasa. Ha un “taglio” tradizionale, e un bellissimo colore verde con alcuni inserti bianchi e la sigla K626 stampigliata al centro. A chi obbietta che le vele verdi porterebbero rogna, K626 ha già risposto coi fatti.

Lorens Darabia

(o anche Lawrance d’Arabia) n. Il nuovo navigatore GPS chartplotter, un Lawrance Elite-5mHD. A bordo è uno dei migliori amici di Fabrizio, perché è un giocattolo interessante e utile. Ha sostituito il precedente gps Standard Horizon, “brasato dalla salsedine” (nonostante non lo conservassimo a bagno nell’acqua di mare) solo 1 mese dopo la scadenza della garanzia (si, facciamo pubblicità!). In caso di imbambolamento la mattina della partenza per la crociera estiva, la procedura di reset per Lorens è qui.

Maschione

IMG_20151213_094950

s.m. Mascone. È l’identificativo numerico (il “pettorale”) che viene assegnato ad ogni imbarcazione che partecipa ad una regata, stampigliato su un telone rettangolare da fissare alle draglie o su un biadesivo da incollare allo scafo. È così denominato dl giorno in cui qualcuno, uscendo per una regata, assegnò il compito di fissare il mascone esclamando “Ai maschioni ci pensa la Lia!”.

Mutandone

IMG_0191

s.m. Il “vecchio” genoa di Shasa in mylar. Presenta il bordo anti-UV di un bel blu marino. Così chiamato perché ormai è decisamente sformato e perché è sempre necessario, dopo una virata, andare a prua a “smutandarlo” (liberarlo) dalle draglie. Non è veloce come il nuovo genoa, ma quando viene issato ci inorgoglisce e ci fa sentire velisti di altri tempi.

Pannolone

IMG_4169

s.m. Bansigo. Imbracatura utilizzata per issare un membro dell’equipaggio (generalmente per effettuare lavori all’albero o sulle murate). Su Shasa è rosso ed essendo di dimensioni generose chi lo indossa sembra portare un pannolone.

Paperacchio

IMG_7834

s.m. Paterazzo (nel gergo nauticomico di Filippo). Cavo dormiente che collega la testa d’albero alla poppa. Può essere tesato tramite apposito volantino. Non infrequente sentire a bordo “Ricordati di girare il paperacchio!”

Passauomi

Barcolana200820081013(48)

s.m. pl. Plurale gergale di “passauomo”. Un passauomo, due passauomi. Osteriggio (apertura) posto sulla coperta e che consente il passaggio di uomini o vele. Su Shasa sono due, uno sopra il lato prodiero del quadrato e uno sopra la cabina di prua (in cui viene ammainato lo spi).

Pompa Visentini

IMG_20160131_095914_r

 s.f. e n. Pompa di sentina (nel gergo nauticomico di Filippo). Su Shasa è elettrica, nascosta nei meandri della barca, e svuota la sentina (il fondo della barca) dall’acqua e altri liquidi che vi si accumulano.
 Alimstrum

IMG_20160131_095850_r

 n. Interruttore di “Alimentazione Strumenti”. Fornisce o toglie l’alimentazione elettrica a tutti gli strumenti di bordo (GPS, speedometro, VHF, ecoscandaglio, misuratore del vento). Ancora prima di dare motore, qualcuno pronuncia sempre “Per favore, Alimstrum!”

Commenti chiusi